L’itinerario della causa di canonizzazione ​di Guadalupe

In occasione della promulgazione del decreto sulle virtù eroiche di Guadalupe Ortiz de Landazuri, proponiamo una cronologia dei principali passi della sua causa di canonizzazione.

Notizie
Opus Dei - L’itinerario della causa di canonizzazione ​di Guadalupe

16 luglio 1975: Guadalupe muore a Pamplona, Spagna, in fama di santità.

6 gennaio 2001: il prelato dell’Opus Dei, mons. Javier Echevarría, nomina il Rev.do Benito Badrinas postulatore della causa di beatificazione e canonizzazione di Guadalupe.

30 marzo 2001: la Congregazione delle Cause dei Santi, su richiesta dell'Arcivescovo di Madrid, il cardinale Antonio María Rouco, e con il consenso dell’Arcivescovo di Pamplona, mons. Fernando Sebastián, trasferisce la competenza ad istruire l’inchiesta diocesana da Pamplona a Madrid, mediante un rescritto.

3 novembre 2001: la Congregazione delle Cause dei Santi concede il nihil obstat per istruire il processo di canonizzazione di Guadalupe.

18 novembre 2001: prima sessione del processo sulla vita, le virtù e la fama di santità di Guadalupe, nell’arcidiocesi di Madrid, presieduta dal cardinale Rouco.

23 gennaio 2002 - 11 dicembre 2003: in 66 sessioni, il tribunale interroga a Madrid 32 testimoni.

6-28 maggio 2003: in 37 sessioni, il tribunale ascolta, a Città del Messico, le deposizioni di 22 testimoni per verificare in situ l’estensione della fama di santità di Guadalupe.

9 maggio 2002 - 13 dicembre 2004: i membri della commissione storica raccolgono tutti i documenti riguardanti la serva di Dio, li consegnano e presentano il loro rapporto.

10 maggio 2002 - 3 gennaio 2005: i periti teologi studiano gli scritti di Guadalupe e presentano i loro pareri.

18 marzo 2005: sessione di chiusura del processo diocesano, presieduta dall'Arcivescovo di Madrid.

23 aprile 2005: consegna degli atti dell’inchiesta alla Congregazione delle Cause dei Santi: sono 3008 pagine, rilegate in sette volumi.

12 maggio 2005: il prelato dell’Opus Dei nomina il rev.do Antonio Rodríguez postulatore della causa di canonizzazione presso la Congregazione delle Cause dei Santi.

17 febbraio 2006: la Congregazione delle Cause dei Santi emana il decreto di validità del processo diocesano sulla vita, le virtù e la fama di santità della serva di Dio.

5 maggio 2006: la stessa Congregazione nomina il P. Cristoforo Bove, O.F.M. Conv., relatore incaricato di dirigere la stesura della Positio super vita, virtutibus et fama sanctitatis di Guadalupe.

4 agosto 2009: il postulatore consegna alla Congregazione la Positio. Essa consta di quattro sezioni: storia della causa e fonti (25 pagine), biografia documentata (159 pagine), studio critico sulle virtù (215 pagine) e il summarium delle deposizioni dei testi del processo, dei documenti e degli scritti di Guadalupe (656 pagine).

7 giugno 2016: i Consultori teologi della Congregazione delle Cause dei Santi, dopo aver esaminato la Positio sulle virtù di Guadalupe, rispondono positivamente alla domanda sull’esercizio eroico delle virtù da parte di Guadalupe, e sulla sua fama di santità e di favori.

2 maggio 2017: la sessione ordinaria dei Cardinali e dei Vescovi membri della Congregazione si pronuncia a favore dell’eroicità delle virtù e della fama di santità di Guadalupe.

4 maggio 2017: Papa Francesco autorizza la Congregazione delle Cause dei Santi a promulgare il decreto sulle virtù della serva di Dio Guadalupe Ortiz de Landázuri.