Messaggio del prelato (10 maggio 2017)

Un breve messaggio di mons. Fernando Ocáriz in occasione del viaggio del Papa a Fatima per il centenario delle apparizioni.

Dal Prelato
Opus Dei - Messaggio del prelato (10 maggio 2017)

Il centenario, ormai imminente, delle apparizioni della Madonna nella Cova da Iria e il pellegrinaggio del Papa a Fátima risvegliano ancora una volta in noi, in un modo del tutto speciale, il vibrante desiderio di san Josemaría: Omnes cum Petro ad Iesum per Mariam! Accompagniamo Papa Francesco standogli accanto con la preghiera: riponiamo nelle mani di nostra Madre le grandi intenzioni di pace e di conversione che Ella stessa comunicò nelle sue apparizioni. Affidiamole anche l’unità della Chiesa e dei cristiani, affinché – tutti con Pietro! – seminiamo pace e gioia nel mondo. All’intercessione dei futuri santi Francisco e Jacinta affidiamo coloro che subiscono le conseguenze fisiche e spirituali della violenza, della guerra, della mancanza di libertà, della discriminazione, della solitudine, della povertà. A Fátima la Madonna ha raccomandato la recita del Rosario. Recitiamolo con l’affetto e la fiducia di figli che ricorrono al cuore della Madre.

La preghiera sarà feconda se la pace e la fraternità che ispirano i messaggi della Madonna diventeranno più presenti nell’amore attento, aperto, delicato, verso coloro che Dio pone accanto a noi. La carità non è fredda educazione. Meditiamolo con calma: in casa nostra, nel lavoro, nelle relazioni con tutti, malgrado i nostri limiti e la nostra impazienza, gli altri possono riconoscere in noi lo sguardo materno di Santa Maria?

Roma, 10 maggio 2017