7. Giona: speranza e preghiera

home
7. Giona: speranza e preghiera

Davanti alla morte e al pericolo l’uomo comprende la propria fragilità e il proprio bisogno di salvezza, pregando e riconoscendo la necessità di...

L'attualità su papa Francesco

Lettere del Prelato

Lettera del Prelato (dicembre 2016)

"Corriamo il pericolo - scrive mons. Echevarría - che l’agitazione dell’ambiente ci spinga, quasi senza accorgercene, alla sbadataggine: a farci perdere di vista che il Signore ci è molto vicino".

Carissimi: Gesù mi protegga le mie figlie e i miei figli!

Dopo la chiusura dell’Anno della misericordia in tutto il mondo, cominciamo l’Avvento e un nuovo anno liturgico. La Chiesa ci incoraggia ad accelerare il nostro cammino verso il Signore. Una raccomandazione sempre attuale, ma che, in vista del Natale, assume, se possibile, maggior urgenza.

Tutti noi portiamo scolpite nella nostra anima alcune parole che, nelle prossime settimane ...

Testo del giorno

“Non ti dia pena essere niente”

Non dolerti se vedono le tue mancanze; l'offesa a Dio e lo scandalo che tu potresti cagionare: questo deve addolorarti. —Quanto al resto, lascia che sappiano come sei e ti disprezzino. —Non ti dia pena essere niente, perché così è Gesù che dovrà darti tutto. (Cammino, 596)

Dio nessuno l'ha mai visto — scrive san Giovanni Evangelista —; proprio il Figlio unigenito, che è nel seno del Padre, lui lo ha rivelato [Gv 1, 18], presentandosi allo sguardo attonito degli uomini: dapprima, come un neonato, a Betlemme; poi, come un bambino uguale agli altri; più tardi, nel tempio, come un adolescente assennato e sveglio; e, alla fine, con la figura amabile e attraente del Maestro, che faceva breccia nei cuori delle folle che lo seguivano con entusiasmo.

Basta...